Anti stalking

Il decreto legge n. 11 del 23.02.1999

Antistalking e antistupro

Segnaliamo la giornata di studi dedicata alla ‘Tutela della donna: profili giuridici e sociologici’ organizzata dall’Ufficio della Consigliera di Parità della provincia di Avellino, avvocate Tiziana De Maio e Gabriella Squitieri, in collaborazione con l’Associazione Universitaria popolare tenutasi presso l’Università di Salerno martedì 21 aprile scorso.

L’incontro ha riguardato una sorta di aggiornamento sulle pari opportunità nel mondo del lavoro alla luce delle ultime normative e, in particolare, si è parlato sulla normativa di contrasto alle violenze sulle donne: il decreto legge del 23.02.09 n. 11 in via di applicazione, anzi oggi 22 aprile in vigore.

L’avvio dei lavori ha visto la dr.ssa Pasqualina Mongillo, Presidente del Comitato Pari Opportunità dell’Ateneo salernitano, accennare brevemente al decreto riguardante Misure urgenti in tema di sicurezza pubblica per contrastare molestie sessuali e atti persecutori. In realtà la tutela della donna riguarda molti aspetti: la famiglia, il lavoro, la persona, significa difesa e garanzia di un soggetto a rischio, più volte discriminato e per la quale si chiede parità in una società impari, per il ritardo secolare di acquisizione di diritti, nonostante le grandi conquiste ottenute dalle donne; ma in questo frangente la realtà quotidiana sembra sempre più movimentata da un rigurgito di violenza contro le donne e da  più parti si propongono strumenti adatti ad arginare questo fenomeno.

I Comitati Pari Opportunità voluti dalla L. n. 125 del 91 e art. 57 del Dlgs. 165/2001 il compito, tra l’altro, di individuare e contrastare le discriminazioni, in qualche modo di riequilibrare una situazione proponendo e avviando azione positive. Il suo compito principale è infatti quello di diffondere una cultura di parità e di non discriminazione. Oltre che alla formazione e alla cultura di pari opportunità  il comitato ha sostenuto, con le OO.SS. l’avvio dell’asilo nido, la consulenza ginecologica nel centro medico di ateneo, etc.. In tema di tutela, non si può partire dall’ultimo grado, la sicurezza contro le aggressioni, bisognerà intervenire da lle origini,dalla famiglia, dalla scuola, dalla società. Nel Piano triennale di Azioni Positive 2007-2009 del MISE vi è una sezione dedicata proprio alla Tutela della dignità dei lavoratori e delle lavoratrici, questo è un obiettivo del Comitato: predisporre un Codice etico, individuare un team di referenti interni sulle tematiche del mobbing, sulle discriminazioni, sulle violenze morali e sessuali, la diffusione di un codice etico, controllo e vigilanza dei luoghi più inquietanti come i parcheggi multipiano. E’ nella formazione e nella prevenzione, più che nella repressione, la risposta per contrastare la violenza sessuale e gli atti persecutori.

L’intervento della Consigliera di Parità della Provincia di Avellino, dr.ssa Domenica Marianna Lo mazzo, ha sottolineato l’importanza di garantire uguaglianza e non discriminazione nel diritto e nei fatti. Ha tracciato un panorama della normativa vigente in tema di pari opportunità, includendo le numerose Direttive Europee, fino a parlare del Codice delle Pari Opportunità della l. 198/2006. Ha illustrato l’impegno delle rete delle consigliere di parità che svolgono un lavoro continuo di perenne sorveglianza, controllo e sviluppo sulla legislazione nazionale.

Le relazioni del prof. Elio LoMonte e del dott. Gaspare Dalia hanno descritto nei dettagli la normativa in materia di atti violenti e presentato il decreto come una risposta legislativa dettata dall’emergenza. Tale inasprimento è dovuto al fatto che il fenomeno dello stalking (aggressioni, persecuzioni, molestie sessuali, stupro…) è in aumento e il Legislatore cerca di correre ai ripari. In realtà, oltre a sottolineare gli aspetti positivi e dissuasivi come l’ammonimento, il divieto di avvicinamento (?) il decreto appare come una ripetizione delle già numerose 25 fattispecie di reato! La norma predisposta quindi sembra non convincere neanche i più esperti.

La sociologa prof.ssa Giusy Cersosimo ha evidenziato la stretta relazione tra società e diritto, tra norme giuridiche e norme sociali. Sottolineando la necessità di non ricadere in schemi monosessuati, ha presentato la nostra realtà composta da ‘solitudini collettive’ dando una forte suggestione dell’esistenza contemporanea, del disagio delle donne di vivere il pubblico e della loro segregazione nel privato. Con le sue parole fa una strenua difesa del diritto restituivo e non di quello repressivo. Propone una educazione ai sentimenti, alle diversità che vada avviata sin da piccoli. Per Lei il concetto di sicurezza non può coniugarsi con quello di libertà, perché l’una è dipendenza e l’altra è autonomia.

L’intervento del Capitano dr. Enrico Calandro comandante della compagnia dei carabinieri di Salerno ha riguardato una descrizione dei Protocolli di intesa tra il Ministero della Difesa e il Ministero delle Pari Opportunità, soffermandosi su alcuni dettagli come gli strumenti e le modalità di intervento sul territorio, sulla formazione di una sezione di carabinieri finalizzata proprio allo scopo di accoglienza e acquisizioni di prove nei casi di denuncia di reati di stalking.

Mondi Femminili in 100 anni di Sindacato

Continuano, con la presentazione del volume a cura di Gloria Chianese Mondi femminili in cento anni di sindacato ediesse 2008,  gli appuntamenti promossi dagli organismi di parità all’interno dell’ateneo salernitano. L’annata 2008 dedicata al cinema e alle registe, l’ultimo appuntamento quello del passaggio della staffetta avvenuto il 19 marzo scorso.

La prof.ssa Marisa Pelizzari, titolare della Cattedra di Storia contemporanea, ha voluto che la presentazione di questo importante volume avvenisse all’interno delle attività del comitato pari opportunità ed ha affisato il coordinamento della giornata alla presidente Pasqualina Mongillo.

Marisa Pelizzari, studiosa di storia sociale e culturale, di storia urbana, componente del Direttivo Nazionale della Società Italiana delle Storiche, autrice, tra le altre numerose pubblicazioni, del volume Le donne e la storia, studiosa di associazionismo femminile, è impegnata commissaria di parità. La docente, insieme alla Delegata del Rettore alle P.O. prof.ssa Maria Teresa Chialant, ordinaria di letteratura inglese figura istituzionale, a Pasqualina Mongillo, ed al folto gruppo di studiose e studiosi come Vitulia Ivone, Giusy Cersosimo, Giovanna Truda, Maria Antonietta Selvaggio, Maria Rosaria Garofalo responsabile dei cosri Donne, politica Istituzioni, etc. Vitulia Ivone, Federico Sanguineti, mantegono vivo l’interesse e la sensibilità per le questioni di genere.

Dice Pasqualina Mongillo: “Marisa ha visto giusto: scusate, ma quale gruppo, quale organismo poteva essere più adatto a tenere in grembo, all’interno del campus, questo volume dedicato all’esperienza lavorativa delle donne e al sindacato? Proprio un comitato pari opportunità d’ateneo, composto, come si sa, proprio da delegate dall’interno dei sindacati a tutela dei diritti dei lavoratori e delle lavoratrici: CGIL, CISL, UIL, CISAPUNI”.

Gloria Chianese, famosa studiosa non si cimenta per la prima volta su questi temi: nota proprio per la ricostruzione delle lotte operaie e sindacali, per la descrizione diella politica e cultura napoletana e in gemere del mezzogiorno. Autrice, tra le altre numerose pubblicazioni, di una Storia sociale della donna in Italia presenta oggi un cofanetto in due volumi dedicato ai cento anni del sindacato in Italia. Con questa opera è risultata vincitrice del Premio Gisa Giani a Terni presentato da Enrico Pugliese.

Il lavoro presenta le due facce della stessa medaglia: da un lato un momento di emancipazione, di autonomia e di libertà, dall’altro luogo di sfruttamento e discriminazione specie per i soggetti deboli come le donne. Lavoro, cartina al tornasole attraverso cui leggere la complessità dell’universo femminile. Sindacato, luogo, nonostante tutto ed ancora, luogo non ancora esente da logiche e comportamenti maschilisti.

La ricerca approfondisce il piano storico e il piano legislativo, politico sociale, attraverso la storia tra stato liberale, fascismo e repubblica, dalla questione della parità a quella della differenza di genere. Affronta ed analizza i rapporti tra sindacato culture politiche e tradizioni femministe. Racconta le realtà delle donne lavoratrici: tabacchine mondine, tessili, filandere, immigrate, modiste, impiegate, insegnanti per non disperdere la loro memoria. Con una succulenta bibliografia completa il lavoro con percorsi archivistici e iconografici, etc.

Un lavoro fondante, senza volerlo né saperlo, l’esperienza di Ornella Trotta, giornalista, docente, presidente del CPO del Comune di Campagna, responsabile di Piani sociali di zona, direttore responsabile del periodico on line I fatti.eu, che presenta il video documentario proprio sull’esperienza delle mondine di Campagna (SA). A conferma che il pensiero e le azioni delle donne sono guidate da un sentire comune, da un pensiero sul nostro tempo che fa sì che l’impegno di studi e di ricerche dell’una siano necessarie e fondanti l’esperienza e la pratica dell’altra e tutte insieme siano funzionali alla costruzione di un universo femminile, così proprio come voleva e diceva Virginia Wolf.

ZYB

– Mondi Femminili –
(clicca per visualizzare la presentazione)

Salerno, CIF Provinciale 26 febbraio 2009, ore 18.30

La Commissione Provinciale per le Pari Opportunità ed il C.I.F. Provinciale di Salerno hanno organizzato la presentazione del libro di Pasqualina Mongillo “Marussia Bakunin”. Ha introdotto e moderato gli interventi la Presidente Provinciale C.I.F. Salerno Alberta Antonini. Sono intervenute le Proff.sse Giovanna Truda, commissaria provinciale P.O., Vitulia Ivone, giurista, Marisa Pellizzari, storica, le quali hanno commentato il libro da diverse prospettive, ma soprattutto hanno sottolineato il legame di fiducia ed amicizia che le lega all’autrice.

L’evento è stato arricchito da letture e brani e poesie a cura di Anna Lisivoccia e dal coro ucraino Karena, che si è esibito in lieti canti tradizionali, anche di tradizione napoletana.

Marussia al Comune di Fisciano

Nell’ambito dell’iniziativa dedicata al passaggio della staffetta U.D.I. nella Provincia di Salerno, organizzata dagli Organismi di Parità Territoriali, il volume di Pasqualina Mongillo Marussia Bakunin è stato presentato presso la Sala Consiliare del Comune di Fisciano. Dopo i saluti del Sindaco Avv. Tommaso Amabile, dell’Assessore all’Istruzione Dott. Rocco Iannone, i lavori sono stati introdotti dalla Presidente del C.P.O. Adele Crescenzo e moderati dalla Dott. Mariagrazia Farina. Sono intervenuti la Prof. Giovanna Truda, sociologa, le dirigenti degli istituti di istruzione elementare e media … Lucia Melillo, le commissarie P.O. comunali, il comandante della polizia di Fisciano. hanno partecipato scuole di danza, organizzazioni sportive e teatrali. Molti gli elaborati e le ricerche condotte all’interno delle scuole.

Un’occasione, quella della staffetta U.D.I., per coniugare i temi del genere e la ricerca del difficile rapporto tra donna e scienza svolto da Pasqualina Mongillo.

Maria Bakunin all’Istituto Statale F. Menna di Salerno

Giovedì 12 febbraio alle ore 11.00, presso la sede centrale di Via Prudente dell’Istituto Statale d’Arte Filiberto Menna di Salerno, si è tenuta la presentazione del volume di Pasqualina Mongillo: Marussia Bakunin. Una donna nella storia della scienza, Rubbettino, 2008.

Erano presenti la Dirigente Prof.ssa Ester Andreola, esperta di Comunicazione creativa e le docenti prof.sse Cristina Tafuri e Giuseppina Vassallo. Gli studenti e le studentesse di diverse classi con la loro attenzione hanno formato una platea esigente e stimolante.

Un interesse per eventi straordinari ed originali non nuovo da parte di questo gruppo di docenti che hanno ospitato per primi questo evento nelle scuole superiori di Salerno!

Il pensiero femminile tra oblìo ed eccellenze

Questo è il titolo della sessione di studi ideata da Ornella Trotta, giornalista, docente e presidente della Commissione Pari Opportunità e curata dall’Assessore alle Pari Opportunità Virgilia Remondino. Al suo interno la presentazione dell’opera di Pasqualina Mongillo “Marussia Bakunin: una donna nella storia della chimica” è trait d’union tra relazioni ed interventi su problematiche di ‘genere’.

Sabato 24 gennaio 2009 alle ore 10.00, si è tenuto il primo incontro presso l’Aula Consiliare “S. Pertini” del Comune di Campagna (SA). Località amena, Porta del Parco dei Monti Picentini, ospita due oasi, quella di Persano e quella del Monte Polveracchio. Ha aperto i lavori il Sindaco Biagio Luongo, sono intervenuti il Preside del Liceo Psico-pedagogico di Campagna, il Preside del Liceo Classico di Eboli Giuseppe Sorrentino. Hanno relazionato Adriana Maggio. docente del ‘T. Gonfalonieri’ e Nunzia Pedino, docente del ‘E. Perito’. E’ seguito uno stimolante dibattito con gli studenti. La platea era attenta, curiosa ed entusiasta. Avvicinandosi la giornata della Memoria questa è stata l’occasione per recuperare una memoria gioiosa.

L’appuntamento successivo si è tenuto ad Eboli, il 21 febbraio, alle ore 10:30 presso l’auditorium del Liceo Classico di Eboli. Il preside Prof. Sorrentino ha aperto i lavori, che sono stati poi sviluppati dalla Prof.ssa Ornella Trotta. Oltre alla presentazione in .ppt di Pasqualina Mongillo su Marussia Bakunin, hanno relazionato la Sostituto Procuratore Avv. Elena Guarino, la Prof. Nunzia Pedino, e sono seguiti molti interventi di studiosi, ricercatori e di studenti che hanno dimostrato vivo interesse per le tematiche di genere e per l’importanza delle Pari Opportunità per lo sviluppo di una società civile

Marussia all’Accademia dei Lincei, Roma

La presentazione del volume su Marussia Bakunin a cura di Giancarlo Vecchio e Salvatore Califano si è tenuta a Roma presso l’accademia dei Lincei, Palazzo Corsini nel pomeriggio del giorno 9 gennaio 2009. Dal verbale della Classe di scienze fisiche, matematiche e naturali, presiede il Presidente della Classe Lamberto Maffei.

Sono presenti i Soci Nazionali Proff. Agostoni, Baccetti, Ballio, Berlucchi, Bertola, Bonucci, Boriani, Brunori, Califano, Capanna, Carrà, Cavaliere, Cercignani, Chiarotti, Coluzzi, Forti, Fiorini, Galletto, Graniti, Letta, Margreth, Mariani, Mottana, Pacini F. Papa, Pignatti, Paraturlon, Radicati di Brozolo, Sbordone, Setti, Vecchio, Voli e Vesentini; i Soci Corrispondenti Proff. Allegra, Alleva, Fusco, Jona-Lasinio, Matteucci, Morgante, Pegoraro, Rionero, Ruggeri, Stefanini, Turillazzi e Villaggio.

Il cancelliere è la dott. Ada Baccari. Il Socio Salvatore Califano preenta il volume di Pasqualina Mongillo, edito dall’Università degli Studi di Salerno, illustrandone brevemente il contenuto. Interviene l’autrice che rivolge un ringraziamento ai presenti ed ai quali è stato possibile la prensentazione. Il Presidente Maffei, a sua volta, ringrazia l’autrice ed i Soci che hanno promosso l’iniziativa.